Un altro proprietario di 13 trofei

Diego Simeone – 529,55 milioni di euro

Simeone è un nome associato ad Atletico, ma negli ultimi dieci anni ha lavorato in altri club, di solito meno famosi.
Ovviamente, da nessuna parte ha raggiunto un tale successo come a Madrid, dove ha vinto sette trofei.

Gli argentini hanno guadagnato 529 milioni di euro, vendendo 53 giocatori.

3. Jose Mourinho – 567,32 milioni di euro

L’eminente portoghese ha lavorato in cinque club negli ultimi dieci anni. Tra questi ci sono grandi nomi come Chelsea, Manchester United e Real. Durante questo periodo, il suo gabinetto dei trofei si riempì di 13 trofei.

Mourinho ha venduto 64 giocatori per un totale di € 567,32 euro.

2. Massimiliano Allegri – 663,51 milioni di euro

Un altro proprietario di 13 trofei. Allegri è uno specialista di successo che ha raggiunto il successo a Milano e Juventus.

La Juve ebbe successo sia sul campo di calcio che oltre. Per rimanere a galla, il club di Torino fu costretto a vendere. Per questo motivo, Allegri guida il numero di calciatori venduti: 100 persone per 663 milioni di euro.

1. Leonardo Jardim – 874,46 milioni di euro

Creatori di vittorie finanziarie. Cinque allenatori che hanno guadagnato più soldi per i loro club

Dal 2008, Leonardo Jardim ha allenato cinque club. Il suo risultato principale è il campionato di Monaco, che è stato persino battuto dal favolosamente ricco PSG.

Qui ha lavorato durante la vendita record di Mbappe, quindi non sorprende che sia in testa alla nostra lista – 874 milioni di euro per 52 giocatori.

Wesley Sneijder annunciò vividamente il suo ritiro. Sembra che non abbia fatto nulla di casuale, quindi non è nemmeno uscito come tutti gli altri. Sneijder prima firmò un contratto con Utrecht, ma poi disse che aveva abbastanza calcio – ora lo avrebbe solo guardato. A 35 anni, avrebbe potuto essere spolverato per diversi anni, ma in realtà la sua carriera è stata completata molto tempo fa. Immediatamente dopo non gli fu data la palla d’oro per la stagione leggendaria. Tutto il resto è lampi di luce, ma il principale regista dell’inizio del decennio non stava andando al suo grande livello.
Ridammi il mio 2010

Il picco della carriera di Sneijder è magico nel 2010. Non è ancora chiaro perché il “Pallone d’oro” non sia stato lasciato al vincitore della Champions League e vice-campione del mondo, ma a Leo Messi, che ha vinto Esempio … Tuttavia, questa è una storia molto triste e inspiegabile.