Se Leonardo Bonucci non dovesse partire

Se Leonardo Bonucci non dovesse partire per motivi familiari durante una partita amichevole con la Francia, allora con una probabilità del 99% vedremmo David Astori che non lo ha sostituito, ma la solita difesa della Juvenian con il nome in codice BBC (Bonucci, Barzagli, Chiellini) insieme con l’esperto e leggendario guardiano Gianluigi Buffon. Che, in effetti, è poi successo nel gioco con “Israele”. Ma qui, alcuni cambiamenti sono già visibili, sebbene negativi. Anche molto negativo. E hanno un nome: Giorgio Chiellini. “Squadra Azzurra” in due partite ha concesso fino a quattro gol. Dove si vede? Numerosi rimproveri caddero immediatamente all’indirizzo del mentore, dicono, che il bellissimo meccanismo difensivo era disordinato. Ma è davvero colpa sua se un difensore professionista, un proprietario di scudetto multiplo sbaglia una volta il suo giocatore, la seconda volta in una situazione semplice non colpisce la palla e la terza non riesce a gestirla? E infine, con un punteggio sdrucciolevole 2: 1 corre verso la rimozione, anche se controverso. No, Ventura, come un normale allenatore adeguato, faceva affidamento su persone di fiducia, ma, si potrebbe dire, senza fortuna. Anche se, devo ammetterlo, potrebbe sostituire Giorgio se vedesse che il gioco non è andato avanti.

Linea d’attacco

Non ci sono assolutamente cambiamenti. Il che è molto strano. Graziano Pelle, dopo essere riapparso durante una sparatoria con la Germania, e la sua partenza in Cina, come se avesse lasciato intendere di non poter più contare. Ma Ventura non ha capito questi suggerimenti, ha chiamato il giocatore e non ha perso. L’attaccante ha segnato due gol abbastanza spettacolari, ma il suo compagno Eder, non uno solo. Si può vedere che in Italia ci sono davvero problemi con gli aggressori. Tuttavia, quanto sopra – questo non è Alessandro Del Piero, o Francesco Totti, o Luca Toni.

Linea di centrocampo

Dopo la difesa, ho parlato specificamente dell’attacco, in modo da poter lasciare il centrocampo alla fine, come la cosa più importante. Perché è in questa linea che si sono verificati cambiamenti significativi. Conte si affidava maggiormente a coloro che sarebbero stati più utili in difesa. Ventura ha tre centrocampisti su cinque: attaccanti (Antonio Kandreva e neofiti: Marco Verratti e Giacomo Bonaventure).