Allo stesso tempo, Emanuele Giaccherini

Allo stesso tempo, Emanuele Giaccherini, che può essere chiamato la personificazione della squadra nazionale italiana dai tempi di Conte, non era nemmeno nella lista estesa. Quando è stata pubblicata l’applicazione della “Azzurra Squadra” per l’Euro, molti sono rimasti sorpresi dalla presenza di questo giocatore apparentemente insignificante senza alcuna straordinaria abilità calcistica. E ogni volta è entrato nella formazione di partenza e, con sorpresa di tutti (tranne, probabilmente, Conte stesso), è stato uno dei migliori: ha accumulato in attacco, segnato gol, ma soprattutto, ha lavorato in difesa. Era il cuore stesso della squadra e un soldato universale allo stesso tempo. Nessuno si aspettava, ma ha sparato. Come l’Italia, che ha anche profetizzato che non avrebbe lasciato il gruppo, e ha lasciato il primo posto, ha battuto il Belgio e la Spagna e ha combattuto in condizioni di parità con la campionessa Germania.

Le partite con squadre di Francia e Israele hanno dimostrato che la rinnovata Ventura Italia ha già cambiato lo stile del suo gioco – è diventata più attaccante. È difficile ricordare che la squadra Conte ha segnato tre gol in un incontro. Se con lui ha giocato l’attacco, ma dalla difesa, allora la priorità del nuovo allenatore è l’attacco. Da qui la vittoria su Israele con un punteggio di 3: 1. È vero, mentre questo modo aggressivo non porta frutto, se ricordi il risultato in una partita amichevole con la medaglia d’argento di Euro 2016 (sconfitta 1: 3), danneggia solo la difesa. Lo stile di Conte era più adatto per le squadre forti avversarie e con quelle più deboli si schiantò. Il suo successore ha la situazione opposta.

Ventura o avventura? Come è cambiata la squadra italiana sotto la guida del nuovo capo allenatore Foto: Corriere dello sport

Prospettiva per il futuro

Se la personificazione della nazionale italiana Conte può essere chiamata Giaccherini, allora la personificazione della nuova “Azzurra Squadra” di Ventura avrebbe dovuto essere definita da Marco Verratti. Calciatore attaccante pronunciato, giovane, talentuoso e promettente. Questo è esattamente ciò che i fan vogliono vedere in Italia, ed è stato per questo che è stato nominato Giampiero Ventura. Creare una squadra attaccante e giovane da una squadra.