Il New South Wales riscatta orgoglio originario, ma permangono carenze

Posted on Posted inRugby

 

“Queensland continua a prenderli a calci quando sono giù, non si rendono conto che sono già morti?”

Era una battuta da un fan del NSW in borghese a un nodo di dimensioni da manzo I fan del Queensland con il merchandise sul treno per l’Olympic Park ieri sera e tutti hanno riso, i fan del Blues e tutto il resto. Stato di origine III: NSW Blues lascia in ritardo ma evita di imbiancare le serie contro il Queensland Ulteriori informazioni

Che altro potevano fare?Il predominio di origine del Queensland è, al giorno d’oggi, di natura totalitaria e i fan del NSW non hanno nulla da offrire se non l’autoironia – prima, nella disperazione, espandendo i confini della battuta facendo leva su Pauline Hanson nel mix, seguito da Jo Bjelke-Petersen, focaccine di zucca, sacchetti di carta marrone, e tutto.

E le versioni in modo confuso di “Non ti preoccupare per questo!” risuonarono attraverso la carrozza molto per il divertimento di molti quando arrivammo allo stadio olimpico di Sydney.

Alcune ore in seguito, non sorprendentemente, l’umore prevalente fu altrettanto allegro durante il viaggio di ritorno a Central.I fan del Blues erano contenti mentre i fan di Maroons, sapendo che il risultato era accademico, potevano permettersi di essere indifferenti.

“NSW ha appena fatto un Queensland nel Queensland”, ha commentato un fan di Maroons accanto a me, riferendosi al tentativo dell’ultimo minuto di Michael Jennings che ha visto il NSW sottrarre il gioco alla morte proprio mentre i Maroons erano sul punto di di completare una serie di calce.

Sì, nel clima attuale, è stata una svolta insolita degli eventi, così come lo è stato il breve e inquietante momento di dolcezza che ho provato verso l’uscente capitano Paul Gallen quando ha rovesciato il conversione finale e accettato gli affetti dei suoi compagni di squadra. Era come se uno strato di granito fosse caduto dal suo volto impietoso.

Ma poi, naturalmente, Gallen ed i suoi compagni di squadra vagarono distrattamente durante il discorso di Cameron Smith.Forse stavano dando la caccia ai Pokémon (è di gran moda, lo sai?) Tuttavia, in quel momento, Gallen riassunse il suo stato malvagio, almeno agli occhi dello spaventoso Queenslander, i paragoni dei modi, e tutto tornò a posto con il mondo.

Chiunque abbia catturato abbastanza treni – soprattutto a tarda notte, soprattutto quando c’è un soffio di alcol è nell’aria – saprà di non pretendere che ci sia una saggezza intrinseca evidente su una carrozza ferroviaria.

Ma il mio amico del Queensland durante il viaggio di ritorno a Central ha comunque partecipato e ha espresso il suo piacere che NSW ha vinto perché significherebbe che i Blues avrebbero più probabilità di mantenere l’allenatore Laurie Daley e una serie di giocatori come Jennings, Robbie Farah, James Tamou, Andrew Fifita e Blake Ferguson. Per essere chiari, pensava che sarebbe stata una buona cosa.Per il Queensland.

Certamente la grande fuga del NSW solleva alcune domande ora che Origin sta tirando giù il suo grande tetto e trasportando via la sua roulotte per un altro anno. Quanto store, ad esempio, gli amministratori e i selettori di NSW inseriranno negli ultimi 60 secondi di Game 3? Influenzerà il loro giudizio quando arriverà al 2017 e oltre?

Prima di quel tentativo di Jennings – che è stato un raro momento di gioia per il volantino Eels quest’anno dopo i suoi numerosi momenti di chiusura – ma senza sigaro – NSW erano sul punto di perdere una partita che non avevano giusto da perdere

Nel primo tempo, in particolare, godevano di montagne di possesso, in parte a causa di un conteggio delle penalità di 9-1 a loro favore.Ai vecchi tempi di Origin un simile conteggio delle penalità avrebbe visto il Queensland spingere a ritirarsi dalla federazione, o per lo meno richiedere una Commissione Reale. State of Origin 2016 Game 3: NSW Blues sconfigge i Queensland Maroons – come è successo Leggi di più

Per tutto il vento nelle loro vele NSW non poteva far pagare il Queensland, a parte un tentativo solitario segnato da Tyson Frizell che ha fatto un entusiasmante ingresso nell’arena Origin.Questo è stato, in parte, dovuto alla difesa risoluta del Queensland – che abbiamo già visto in questa serie, in particolare in Gioco 1.

Ma anche alla mancanza di chiarezza in attacco da parte del NSW e al loro piano predefinito di cercare di correre su una linea difensiva del Queensland che scivolava così efficientemente avrebbe potuto anche essere su rotaie.

Col ​​senno di poi, il colpo micidiale è arrivato all’inizio della seconda metà quando NSW è stato assegnato a Andrew Fifita da un calcio di Wade Graham.Fu un momento che avrebbe visto Jo tossire uno degli scones di Flo.

Jennings era sicuramente davanti a Graham quando il Blues avanzò in avanti e stava facendo un gioco per la palla, e quindi occupando le attenzioni dei cacciatori di Maroons, nei momenti prima della prova, eppure l’arbitro video decise trascurare il suo coinvolgimento.

In questo modo, NSW è riuscita a saltare su un vantaggio di 12-4 che gli ha dato la piattaforma per gli eroici in ritardo dopo che il Queensland aveva fatto la solita cosa di tornare a casa con forza.

I Queenslandesi potrebbero supplicare di differire ma nella misura in cui una squadra merita qualcosa da una partita sportiva diversa da quella che il tabellone dice di aver ottenuto, NSW meritava un po ‘di gioia nella serie.Probabilmente la squadra migliore in gara 1 ha perso 6-4, mentre in gara 2 potrebbe essere riuscito a resistere negli ultimi nove minuti se l’unghia di Jennings non ha spinto la palla in avanti un attimo prima che Frizell abbattesse per quello che avrebbe è stato un passo avanti nel tentativo di NSW.

NSW guarderà indietro alla serie e sarà soddisfatto di un certo numero di cose, non da ultimo l’iniezione di un numero di giocatori che sembrano poter resistere ad un La maglia blues per gli anni a venire e, più precisamente, renderla orgogliosa; giocatori come Frizell, il debuttante James Tedesco della scorsa notte, il versatile Jack Bird e l’elegante Matt Moylan.

Meno piacevole per NSW, tuttavia, è la loro continua incapacità di tradurre la pressione in punti.Nonostante il drammatico finale della scorsa notte che deve ancora essere affrontato.

Per quanto riguarda il Queensland – è stato facile dimenticarlo ieri sera, come hanno dimostrato Gallen e Blues – sono i campioni del 2016 e hanno il tipo di profondità che potrebbe schiacciare un tamburo da dieci galloni. Non sono fatti da un colpo lungo. Non ti preoccupare per questo.